Alla scoperta della Valle del Melandro

un viaggio in armonia con la natura. Per scoprire luoghi autentici

La Valle del Melandro impreziosita dall’omonimo fiume è tra le più belle e suggestive dell’appennino meridionale, nascosta e poco conosciuta si presenta ancora più misteriosa e affascinante. Abitata da secoli da un popolo tranquillo e operoso, oggi nell’era della globalizzazione rafforza la propria identità ed acquisisce un valore unico non facilmente riscontrabile altrove: tradizioni, storia e natura si miscelano in una formula magica ed emozionante. L’itinerario proposto vuole raccontare, attraverso la scoperta, la qualità della microdimensione di questa valle dove persone ospitali accolgono visitatori, escursionisti e turisti in un modo autentico, facendo leva su contesti naturalistici che sono il punto di forza di questi luoghi. Perché scegliere di soggiornare in questa valle? Perché avrete qualcosa da ricordare, da raccontare ai vostri amici, perché imparerete ad apprezzare cose semplici e uniche. Un viaggiatore australiano un giorno disse: “l’oro di questa valle è il silenzio dei luoghi e delle persone che conducono all’umanità”.

Il viaggio inizia a Brienza, l’antica Burgenzia, dominata dal maestoso castello Caracciolo di epoca Angioina, circondata da un borgo medievale dove sarete ospitati in una Dimora Storica, raffinata e e di charme “La Voce del Fiume”, degusterete prodotti tipici e biologici e ascolterete la voce del fiume Pergola che confluisce a pochi km nel fiume Melandro. Il giorno successivo, il viaggio continua alla scoperta del borgo medioevale di Brienza e del suo maestoso castello, visita al Convento dei Frati Minori Osservanti con gli affreschi di scuola Michelangiolesca , visita alla quercia plurisecolare della Roverella che è iscritta nell’albo degli alberi monumentali. Nel pomeriggio si prosegue verso Sasso di Castalda borgo di montagna a soli 6 Km da Brienza, arrivo al Ponte Tibetano ed escursione nei vicini boschi della località Costara e San Michele.

Il terzo giorno si va centro storico di Satriano (a circa 10 Km da Brienza) e ai suoi famosi “Murales”, segue la  visita dell’area rupestre delle cantine nella roccia di Sant’Angelo Le Fratte. Il rientro sarà carico di emozioni ed esperienze che il visitatore porterà con sé.

L’itinerario in dettaglio:

1° giorno: Arrivo a Brienza

Arrivo alla Dimora Storica La voce del Fiume nel pomeriggio. Aperitivo di benvenuto e presentazione della Dimora Storica. Uscita libera per la cittadina.

Cena presso una trattoria tipica del territorio con degustazione dei piatti della tradizione lucana

2° giorno: Brienza/ Sasso di Castalda

Colazione sul terrazzo panoramico a base di prodotti della ricca biodiversità del territorio, di dolci e di marmellate della casa. Visita al borgo medioevale di Brienza, al Castello Caracciolo e alla Chiesa Madre dell’Assunta. Si completa la visita incontrando la statua di Mario Pagano, martire della Repubblica Partenopea, visita al Convento dei Frati Minori Osservanti con gli affreschi di scuola Michelangiolesca e si prosegue per un’altura che domina l’intero corso del  fiume Melandro sino alla visita alla quercia plurisecolare della Roverella che è iscritta nell’albo degli alberi monumentali. Pranzo in un ristorante tipico con la narrazione e la degustazione delle tipicità lucane. Dopo pranzo si parte alla scoperta di Sasso di Castalda, borgo di montagna a soli 6 Km da Brienza, arrivo al Ponte Tibetano ed escursione nei vicini boschi della località Costara e San Michele. Qui si potrà fare un percorso trekking alla scoperta di una rigogliosa faggeta. Siamo a circa 1500 metri di altitudine, in un’area di assoluta relax dove si possono cogliere e apprezzare gli odori e i rumori della natura. Cena in un tipico ristorante lucano.

3° giorno: Satriano/Sant’Angelo le Fratte

Colazione sul terrazzo panoramico a base di prodotti della ricca biodiversità del territorio, di dolci e di marmellate della casa. Segue la visita al centro storico di Satriano (a circa 10 Km da Brienza) e ai suoi famosi “Murales”. Visita dell’area rupestre delle cantine nella roccia di Sant’Angelo Le Fratte. Percorso dei murales e delle statue. Pranzo presso un ristorante tipico lucano.

 

Il pacchetto comprende:

-n. 2  pernottamenti in camera matrimoniale

-Colazione “home made”

  1. 2 cene +un pranzo

-visita guidata al borgo medioevale e al castello Caracciolo

-visita guidata a Sasso di Castalda e alle località di montagna Costar e San Michele

 

Costo del pacchetto all inclusive €  175 a persona